C.R.E.A.

Centro Educazione Permanente Adulti

A tutti gli amici e le amiche della CREA

Annunciamo con rammarico che, dopo 24 anni consecutivi di intensa attività formativa, educativa, sociale e di inserimento lavorativo sul territorio, focalizzate in particolare su svantaggiati e persone con disabilità, sono venute a mancare le condizioni minime per proseguire l'impegno: la Cooperativa resta senza una sede e senza sostegno per il suo progetto sociale.

Avremmo potuto continuare la nostra attività con logiche di mercato, anche viste le centinaia di richieste che abbiamo ogni anno. Ma non è questo lo spirito con cui è nata la nostra Cooperativa, che dunque sospende le sue attività.

Peccato. Eravamo nel mezzo di un processo di ristrutturazione e ammodernamento: non certo per dimenticare lo spirito iniziale, ma piuttosto per dargli nuova linfa in un mondo che cambia. Avevamo retto l’urto della pandemia e anche in questo ci sentiamo di aver contribuito a una nuova alfabetizzazione informatica: quanto è stato bello vedere persone non avvezze all’uso intenso di tecnologie informatiche (li chiamiamo affettuosamente ‘i nostri anziani’) destreggiarsi sempre meglio per non perdere le lezioni di inglese, spagnolo, addirittura yoga online e tanto altro.

Grazie ai nostri collaboratori, collaboratrici e insegnanti. Anche loro, parte della nostra famiglia. Grazie a tutte le persone che ci stanno sostenendo in questo periodo: segno che in 24 anni siamo riusciti a farci apprezzare. 

Grazie al Comune di Riva del Garda che con il suo sostegno continuo ha sempre agevolato i suoi cittadini per partecipare alle nostre attività. Grazie anche al Comune di Nago Torbole per il suo sostegno in tutti questi anni.
Grazie all’Ente Nazionale Sordi di Trento con cui abbiamo lanciato diversi progetti per la diffusione della LIS-Lingua dei Segni Italiana e di una cultura più attenta alle esigenze dei sordi. 
Grazie al Centro di Salute Mentale di Trento e a quello di Arco, con cui abbiamo fatto numerosi progetti di crescita personale e inserimento sociale.
Grazie all’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti.
Grazie a tutti gli studenti e studentesse che hanno frequentato i nostri corsi.
Grazie a tutte le persone con difficoltà fisiche, psicologiche, sociali che, con la scusa di venire da noi per imparare, ci hanno insegnato tante cose.

Francesco Napoli, Fondatore
Roberto Napoli, Presidente